I sistemi di identificazione delle tubazioni e canalizzazioni non interrate convoglianti fluidi sono dettagliatamente descritti nella norma UNI 5634-97 (sostituisce la UNI 5634-65). Non si applica a bordo dei mezzi di trasporto.

I colori identificativi possono essere apposti su tutta la tubazione o su bande di larghezza minima di 230 mm; larghezze maggiori sono previste progressivamente con l'aumentare del diametro. Applicando la colorazione a bande il colore di sfondo deve essere diverso da ogni altro previsto da questa norma.

Per le tubazioni convoglianti fluidi pericolosi oltre al colore di base deve essere presente il simbolo di pericolo e il nome o la formula del fluido.


Colori per fluidi più comuni:

FLUIDO
COLORE BASE
Estinzione incendi
Rosso   (RAL 3000)
Acqua
Verde   (RAL 6032)
Vapore a acqua riscaldata
Grigio Argento   (RAL 9006)
Aria
Azzurro chiaro
Oli minerali, liquidi combustibili e/o infiammabili
Marrone   (RAL 8007)
Gas allo stato gassoso o liquefatto
(esclusa l'aria)
Giallo ocra   (RAL 1024)
Acidi
Arancione   (RAL 2010)
Fluidi pericolosi
Giallo   (RAL 1021)

Argomenti correlati

- Tubi e Raccordi - Materiali